Salute mentale e profili professionali, facciamo chiarezza!

salute mentale e dipendenze dipendesse da me

La presa in carico di persone con problemi di salute mentale e dipendenze deve necessariamente tenere conto della molteplicità di bisogni che queste patologie portano con sé, ciò è possibile attraverso l’attivazione di trattamenti integrati da parte delle équipe multidisciplinari. “L’ideale” a cui puntare dovrebbe favorire lo sviluppo di equipe costituite in funzione di programmi di cura e attività specifiche con il mandato di accogliere il paziente, standardizzare l’acquisizione di informazioni, elaborare un progetto di cura, attuarlo e poterlo monitorare nel tempo.

Affidarsi a un’equipe multidisciplinare vuol dire prendere in considerazione non solo i limiti derivanti dalla malattia, ma anche le risorse della persona, affrontare i problemi con una visione globale, permettere una maggiore efficacia degli interventi nei confronti delle persone affette da problemi di salute mentale, circoscrivendo le probabilità di fallimento rispetto all’intervento limitato della diade paziente/terapeuta.


Vediamo quali sono le figure presenti all’interno dell’equipe di Dipendesse da Me:

  1. Medico psichiatra: lo psichiatra è un medico che ha conseguito la laurea magistrale in medicina e chirurgia, l’abilitazione alla professione successivamente la specializzazione in psichiatria. Nell’ equipe collabora alla valutazione funzionale diagnostica, alla strutturazione dei programmi terapeutico riabilitativi, alla valutazione e inserimento di terapie psico farmacologiche, al monitoraggio del decorso clinico.
  2. Psicologo: lo psicologo è un professionista in possesso di laurea in psicologia che ha superato l’esame di Stato che consente l’iscrizione all’ordine e l’accesso alla professione. all’interno dell’equipe utilizza strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione la diagnosi le attività di abilitazione e riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolti alla persona o al gruppo.
  3. Psicoterapeuta: lo psicoterapeuta è uno psicologo o un medico abilitato anche a svolgere attività di psicoterapia dopo aver conseguito un diploma di specializzazione universitaria che lo abilita a svolgere attività di psicoterapia individuale di coppia familiare e di gruppo. Esistono diversi approcci di psicoterapia da cui derivano alcune differenze nelle modalità di approccio e intervento.
  4. Infermiere: l’infermiere è l’operatore sanitario che in possesso del diploma universitario abilitante dell’iscrizione all’albo professionale è responsabile dell’assistenza generale infermieristica. l’infermiere partecipa all’identificazione dei bisogni di salute della persona, identifica i bisogni di assistenza infermieristica, pianifica gestisce e valuta l’intervento assistenziale, garantisce la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostico terapeutiche.
  5. Tecnico della riabilitazione psichiatrica: il TeRP è l’operatore sanitario che in possesso del diploma universitario abilitante e dell’iscrizione all’albo professionale, svolge nell’ambito di un progetto terapeutico interventi riabilitativi ed educativi. Nello specifico il TeRP collabora alla valutazione della disabilità psichica e delle potenzialità del soggetto, analizza bisogni stanza evolutive e rileva le risorse del contesto familiare socio ambientale, collabora all’identificazione degli obiettivi formativo terapeutici e di riabilitazione psichiatrica, nonché alla formulazione dello specifico programma di intervento mirato al recupero e lo sviluppo del soggetto, attua interventi volti all’abilitazione-riabilitazione dei soggetti e alle relazioni interpersonali, opera nel contesto della prevenzione primaria al fine di promuovere lo sviluppo delle relazioni di rete, favorire l’accoglienza e la gestione delle situazioni a rischio per le patologie manifestate, opera sulle famiglie sul contesto sociale delle persone in trattamento allo scopo di favorirne il reinserimento, collabora alla valutazione degli esiti di programma di abilitazione-riabilitazione nei singoli soggetti in relazione agli obiettivi prefissati.

La presa in carico effettuata dalla nostra équipe è globale e volta a ristabilire la migliore qualità di vita possibile, partendo sempre dalla domanda di cura e dall’accoglimento della Storia che la persona porta con sé. Le parole chiave che ci guidano sono: ascolto, comunicazione, negoziazione, informazione, consenso e relazione. Crediamo fortemente nella centralità della persona nel percorso di cura. Le basi del nostro lavoro sono l’accettazione della persona e il riconoscimento dei suoi bisogni e delle sue risorse per questo attiviamo esclusivamente programmi terapeutici orientati alla recovery e al tailoring.