Il nostro approccio per combattere il Disturbo Bipolare

I disturbi bipolari comportano stati dell’umore fluttuanti, generalmente ipomaniacali, maniacali, depressivi e misti. Mentre i criteri diagnostici per la depressione bipolare sono gli stessi rispetto a quelli per il disturbo depressivo maggiore, i pazienti bipolari hanno una maggiore probabilità di presentare agitazione o caratteristiche atipiche durante gli episodi depressivi, le quali possono essere interpretate come la presenza simultanea di alcune caratteristiche maniacali.

I disturbi bipolari sono caratterizzati dalla presenza di almeno un episodio con caratteristiche maniacali (mania conclamata, manifestazioni miste o ipomania), di solito in aggiunta a un episodio depressivo.

Gli episodi maniacali comportano un periodo di tempo discreto durante il quale il soggetto sperimenta umore elevato e/o irritabile, insieme ad autostima aumentata, difficoltà nel sonno, eloquio accelerato, fuga delle idee, attività che, sebbene piacevoli, possono comportare un qualche danno o rischio (per esempio, spese eccessive e sconsiderate, coinvolgimento in relazioni pericolose per la salute). Negli episodi conclamati possono essere presenti sintomi psicotici, con allucinazioni e deliri che sono di solito congrui al tono dell’umore.

Negli stati maniacali una persona può sentire un’intensa euforia o un’intensa irritabilità, spesso accompagnate da un’agitazione transitoria e da ipersensibilità a frustrazioni o a rifiuti reali o attesi. La mania è caratterizzata da un eccesso di energia che può essere vissuto negativamente o positivamente, come una pressione interna dirompente.

I pazienti che vivono stati maniacali spesso riportano un aumentato desiderio addirittura un disperato bisogno degli altri, frequentemente accompagnato da intenso desiderio sessuale e perdita dell’inibizione sociale. Gli individui con mania possono sentirsi tesi, frammentati e irrequieti così come avere sentimenti di totale euforia e assoluto benessere. Questi cambiamenti possono essere repentini, imprevedibili e incontrollabili. Ci possono essere sentimenti di perdita quando la mania sparisce, pertanto, molti soggetti cercano sostanze stimolanti (ovvero cocaina o metamfetamine)  per intensificare o mantenere lo stato maniacale.

I pattern cognitivi possono comprendere fantasie di essere invincibili ed eccezionali o di avere un talento che non viene riconosciuto; la sensazione di poter avere successo in qualunque situazione; il desiderio di fama e adorazione. Negli stati maniacali gravi ci possono essere difficoltà a pensare in maniera chiara, logica e lineare. Possono, talvolta, sentirsi disorientati e incapaci d’identificare quali, tra i loro pensieri accelerati, sono i più importanti; in altri casi possono fare esperienza dentro di sé di pensieri molto piacevoli che si muovono velocemente.

Gli stati somatici possono comprendere agitazione, assenza del bisogno di sono e aumento dell’energia. Alcuni pazienti in stato maniacale insistono nell’ affermare che il sonno è letteralmente una perdita di tempo. Possono sentirsi pieni di energia e descrivono un bisogno di “non fermarsi mai”.

Leggi la storia di Guido e scopri come possiamo aiutarti se hai un disturbo bipolare

Continua a leggere

Stai vivendo
un momento di difficoltà?

Contattami
Prenota una consulenza